Active record: anche dal mondo Ruby on Rails arrivano cedimenti

lunedì 9 gennaio 2012 - 12:46

di Alessandro Nadalin

Che l’active record non fosse la soluzione a tutti i mali del mondo lo avevano già  capito in diversi scenari e contesti, ma probabilmente quello che si sta muovendo nel mondo di Rails è un inizio di “scossone” non da poco.

Come sottolineato in un post di Steve Klabnik, Ruby on Rails ha fatto ampio uso di un’implementazione active record all’interno del suo ORM, non a caso chiamato Active Record, che limita però il disaccoppiamento del proprio dominio dalla persistenza dei dati sul database.

Rails è sempre stato considerato fenomenale per la capacità  di prototipizzare in pochi passi, per l’aspetto RAD di tutto il ciclo di vita di un’applicazione RoR, e viene ora tirato in ballo un non-problema che evidenzia come anche in questa comunità  si senta – probabilmente – l’esigenza di adeguarsi ad alcuni standard de-facto di design del software.

Considerata la lenta ascesa delle stesse “innovazioni” – perché innovazioni reali non sono – nel mondo PHP con i framework a là  Symfony2, credete che RoR potrebbe mai convergere verso uno snaturamento della sua essenza?

Categoria: Ruby | Commenta

Commenti per Active record: anche dal mondo Ruby on Rails arrivano cedimenti

post di qualche anno fa che secondo me spiega bene il problema (o almeno parte di esso)
http://karwin.blogspot.com/2008/05/activerecord-does-not-suck.html

# - Postato da sunny 9 gennaio 2012 alle 14:16

@alessandro nadalin:

A quali

standard de-facto di design del software

ti riferisci?

credete che RoR potrebbe mai convergere verso uno snaturamento della sua essenza?

A parte che la comunita’ Ruby ha sempre dato prova di volersi mettere in discussione, ma potrebbe non essere necessario che RoR si snaturi.
The right tool for the right job.

# - Postato da Maurizio De Magnis 9 gennaio 2012 alle 14:57

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>