Ottimizzare le perfomance con PageSpeed

lunedì 8 giugno 2009 - 8:47

di Cesare Lamanna

Non è la prima volta che Google arriva dopo Yahoo sul fronte degli strumenti al servizio degli sviluppatori. Questa volta è il caso di PageSpeed, un add-on per Firefox da abbinare a Firebug che consente di testare e ottimizzare le performance di caricamento delle pagine web. Yahoo offre da tempo una soluzione analoga, YSlow.

Quel che l’estensione creata da Google offre in più rispetto a quella di Yahoo è in parte sintetizzato in questo post di Ajaxian: possibilità  di ottimizzare direttamente le immagini che dai test dovessero risultare troppo pesanti, minificazione automatica degli script, etc.

A prescindere dalla bontà  dell’una o dell’altra soluzione, c’è da segnalare come in entrambi i casi le pagine che ospitano i progetti siano corredati da ottime risorse, a partire da liste commentate con svariati consigli e metodi per velocizzare il caricamento delle pagine (Yahoo, Google). Da leggere.

Tags:, , ,

Categoria: Software e Servizi | Commenta

Commenti per Ottimizzare le perfomance con PageSpeed

Puoi ottimizzare finché vuoi, ma quando per una home page fai più di 30 query (vedi WP) é lecito e inappuntabile dover attendere quel mezzo secondo in più

# - Postato da PiccoloSocrate 8 giugno 2009 alle 11:09

ma almeno si tratta solo di mezzo secondo…
:) :D
ciao

# - Postato da anonimo 8 giugno 2009 alle 12:46

Domanda: ma a voi riesce di installarla?
Una volta dato il permesso per installare componenti non fa più nulla…

# - Postato da Andrea Bizioli 8 giugno 2009 alle 14:02

@Andrea Bizioli

La trovi nella barra di firebug cliccando sullo scarafaggio nella status bar di firefox

# - Postato da TaTaC 8 giugno 2009 alle 16:17

il punto é che se si é capaci il sito lo si ottimizza anche senza questi tool.

Se poi si deve ottimizzare un cms con tutti moduli/widgets/componenti quei tool non servono a granché perché comunque per incrementare come si deve le performance bisogna mettere mani nel codice.

# - Postato da Paolo 9 giugno 2009 alle 00:01

@5:
Soprattutto e meglio senza questi tool.

# - Postato da Ratamusa 9 giugno 2009 alle 09:16

Sicuramente si può ottimizzare una pagina senza questi tool, ma si ha un aiuto é solo meglio.

# - Postato da Mattia 9 giugno 2009 alle 13:46

yslow aiuta tanto, vedo che anche page speed ha delle buone cose, comunque tutto quello che é lento nella maggior parte dei casi e per problemi che appaiono sul client side e non server side. sul server per evitare tanti query si possono tranquillamente fare dei cache che durano 1 ora, 1 giorno, dipende come viene aggiornato il sito. Ovviamente ultimamente anche i browser si danno da fare , mi riferisco a firefox, safari, che permettono più http request nello stesso tempo , 8 mi sembra firefox, ma non basta usare solamente l’estensione yslow per misurare la perfomance e per ottimizare consiglio il libro

High Performance Web Sites
Essential Knowledge for Front-End Engineers

By Steve Souders
http://oreilly.com/catalog/9780596529307/

Ottimizzare senza questi tool? Ma dai, spariamo a caso frasi, allora yahoo perché si é dato da fare a crearli e google uguale,
Prima di tutto puoi vedere quante http request hai in una pagina, tipo home page, puoi vedere il numero totale dei elementi html (di solito si vedono in giro siti stra carichi: paragrafo nello div nello div nello div nello div…), e vedi se si può ridurre qualcosa ecc, vedi il peso dei css, js di tutta la pagina, e se devi ottimizzare un sito vecchio? Ho guadagnato anche più din 5-7 secondi di caricamento solamente legendo il libro é facendo test client side, cioé invece di avere 5 file css 4-5 js, 30 immagini per il layout , ho ridotto il tutto ad 1-2 file css 1-2 js, 2 -3 immagini per il layout usando css sprite, questo sul lato client, sul server ho aggiunto browser cache dei css , js , imagini ,ecc e cosi i siti volano anche a scarsa connessione internet.
Questi tool sono un must have per i developers, uguale a firebug, questa é la mia opionione.

# - Postato da Avasilcai Daniel 9 giugno 2009 alle 18:27

Pingback: Page Speed arriva su Chrome | Edit - Il blog di HTML.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>