Una soluzione univoca per tutti i designer non esiste, poiché le esigenze si modificano a seconda del progetto realizzato, dal destinatario dello stesso e dalle scelte di sviluppo. Di seguito, qualche consiglio suddiviso per utilità, dalla gestione dell'ambito fotografico fino al lavoro in team.

Navigazione e immagini

Il web design moderno non può prescindere da un ricorso gradevole a immagini e grafica, poiché il primo impatto con l'utente è necessario per catturarne le attenzioni. Nel tentativo di rendere i siti, o anche le applicazioni, più affascinanti e appariscenti, tuttavia, ci si dimentica di controllare il peso di immagini e grafica, un fattore che potrebbe danneggiare l'esperienza d'uso su connessioni particolarmente lente o, ancora, tramite le reti mobile.

Un tool certamente utile è Browser Calories, un'estensione per Chrome pensata per confrontare il peso della propria pagina web con quella della concorrenza, tramite una ricerca avanzata tra siti simili. E riuscire a strappare qualche secondo a un servizio analogo, come facile comprendere, potrebbe essere la chiave per conquistare un bacino d'utenza più ampio.

bc

Allo stesso tempo, serve una gestione più oculata delle fotografie, anche con alternative al classico Photoshop: una proposta interessante potrebbe essere Affinity Photo, un software professionale di editing fotografico per Mac, dal prezzo accattivante e dall'incredibile snellezza. Inoltre, garantisce una possibilità di zoom mai vista per software analoghi: modificare singoli pixel, o addirittura porzioni degli stessi, sarà facilissimo.

Lavoro in team

Il web e l'UI design sono sempre meno attività relegate al singolo professionista, bensì un concerto di contributi, dal grafico allo sviluppatore, passando per gli esperti di marketing. Gestire un team, di piccole o grandi dimensioni, potrebbe però non essere semplice: bisogna assicurarsi che tutti abbiano ben chiari gli obiettivi che si devono raggiungere, rispettare scalette e scadenze, organizzare il lavoro nel modo più cristallino possibile.

Frontify potrebbe rappresentare una prima risposta a questi problemi: il software permette infatti di elaborare una guida di design per il proprio progetto, nonché di diffonderla capillarmente fra i membri del proprio team.

fr

Per gli amanti di Sketch, invece, Sketch Focus permette di creare delle liste di task da eseguire, con un comodo servizio di notifica sia degli obiettivi da completare che di quelli già raggiunti.

Mural, infine, potrebbe rendere la vita più semplice per chi si avvale frequentemente di collaboratori da remoto, una scelta tutt'altro che infrequente negli ultimi anni, affinché si possano eseguire brainstorming superando distanze e limiti tecnici.

Aiutare il cliente

Il primo passo per conquistare il gradimento del proprio cliente è, come facile intuire, quello di proporre un progetto accattivante sin dalla fase di wireframe. Avere a disposizione un wireframe o un mockup, infatti, aiuta anche il cliente meno tecnologico a immaginare quale sarà il risultato finale, rassicurandolo su eventuali dubbi e timori.

Il problema più grande, però, è l'assenza di software specifico da parte dei propri committenti, i quali potrebbero non riuscire ad accedere a un mockup realizzato con un software professionale o, ancora, anche con la comunissima suite Adobe. PowerMockup risolve questo intoppo: il plugin permette infatti di realizzare, o anche solo condividere, dei mockup in formato PowerPoint.

quick-search

Per quanto l'idea possa sembrare di primo acchito bizzarra, la strategia è vincente: la grande maggioranza dei propri clienti avrà in dotazione la suite Microsoft Office sul proprio computer o, in alternativa, un corrispondente analogo come Open Office.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *