Non c'è dubbio che l'evoluzione del Lambda Project abbia rappresentato un importante segno di vitalità per il linguaggio, vi sarebbero però alcuni indizi che potrebbero suggerire una minore volontà di investire su questo particolare strumento da parte della proprietà di Sun, primo tra tutti un messaggio email inviato da un collaboratore del progetto alla redazione di InfoWorld.

In tale comunicazione verrebbe riportato un riferimento al fatto che Oracle sarebbe ormai sempre più interessata a divenire una Cloud company, in modo da competere con realtà come Salesforce, quindi Java potrebbe non essere più considerato prioritario per i destini del gruppo; in particolare tale ipotesi verrebbe almeno apparentemente confermata dalla dicitura "Java -- planned obsolescence" nell'attuale roadmap interna all'azienda.

Altri indizi di un possibile disinteresse da parte di Oracle per Java potrebbero essere l'intenzione di impiegare meno risorse per l'Enterprise Edition di questa soluzione e la progressiva marginalizzazione del Java Community Process. Vi sarebbe poi un discorso più propriamente legato ai profitti che vedrebbe alcune grandi aziende distribuire soluzioni basate su Java in grado di generare guadagni maggiori rispetto a quelli incamerati dal gruppo californiano grazie allo stesso progetto.

Nessuna delle ipotesi precedentemente riferite sarebbe stata confermata dalla casa madre, bisognerebbe inoltre ricordare che il rilascio di Java 9 è atteso entro il prossimo anno e che Java EE dovrebbe essere uno dei focus della prossima JavaOne conference; per cui qualsiasi interrogativo a riguardo rimarrebbe per ora ancora aperto.

Via FOSSforce

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *