Insegnare a programmare

Di base Rasbperry Pi offre un ambiente di sviluppo completo e funzionale, con poco meno di un centinaio di euro è possibile fornire una postazione completa per ogni alunno. Raspbian Pixel include diversi ambienti di programmazione per Java, Sonic Pi, Sense HAT, Python e non solo, lasciando agli insegnanti la scelta dell'environment ottimale.

Creare presentazioni e documenti digitali

Raspbian è dotata anche della suite d'ufficio LibreOffice, che permette di realizzare documenti e presentazioni digitali. Tramite Chromium è inoltre possibile navigare in Rete per consultare i vari portali Web in cui effettuare ricerche o reperire altro materiale didattico.

Realizzare un Internet-in-a-Box

Molte scuole vivono in una pesante situazione di digital divide con connessioni ad Internet molto lente se non totalmente assenti. Per questo motivo sono nati tantissimi progetti basati sulla concezione di Internet-in-a-Box che consentono di precaricare interi portali Web, video, immagini, e-books e mappe oltre a diversi programmi educativi da visualizzare in aree non coperte dalla Rete.

Creare una piccola stazione meteo

Raspberry Pi è compatibile con diversi sensori che possono essere assemblati e controllati tramite uno dei tanti programmi sviluppati dalla community di meteorologi molto attivi nel mercato delle board ARM.

Organizzare un meetup Raspberry

Invece del classico "saggio" è possibile optare per qualcosa di più interessante e organizzare una serie di incontri aperti al pubblico dedicati alla presentazione dei progetti degli studenti. Esistono numerosi Raspberry Jam, ovvero incontri dedicati ai fan del Rasbperry, e in Rete sono presenti diverse guide step-by-step per organizzare manifestazioni, pubblicizzare il proprio istituto e l'operato dei propri docenti.

Via Don Watkins

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *