Adottando il medesimo motore per il rendering delle pagine Web dei browser precedentemente citati, parliamo di Blink, Vivaldi ha dunque prestazioni molto simili al programma per la navigazione su Internet di Google, ed è prevista anche la compatibilità con i vari add-ons realizzati per quest'ultimo.

Il CEO di Vivaldi Jon von Tetzchner ha definito il progetto:

‘Modern Classic’ designed to help our users get the most out of all the time they spend with their browser."

Una delle feature più interessanti di Vivaldi 1.0 è il suo Notes tool, pensato soprattutto per chi effettua ricerche, con il quale prendere delle note mentre si sta navigando in modo da collegarle ad un sito Web specifico. Altra caratteristica utile sono le Stacking tab ovvero dei gruppi di schede che possono essere racchiusi per poi essere richiamati dall'utente quando necessario.

Vivaldi supporta inoltre un grande numero di keyboard shortcut e mouse gesture in modo da permettere all'utente di non dover rinunciare alle proprie abitudini, ritrovando le usuali scorciatoie, e di velocizzare il proprio flusso di lavoro. Vivaldi è disponibile per Linux, Windows e OS X ed è stato tradotto anche nella nostra lingua. Per il sistema del Pinguino sono disponibili dei comodi installer .deb e .rpm direttamente sul sito ufficiale del progetto.

Via Vivaldi

2 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

:-) Corretto. Grazie per la segnalazione.

Claudio Garau
Claudio Garau

siete consapevoli che sta cosa delle "Notes" l'avete cannata di brutto vero?

Emanuele
Emanuele