Abbandonare il supporto di IE5?

mercoledì 7 marzo 2007 - 10:25

di Alessandro Fulciniti

Dopo le recenti discussioni sull’ordine dei test, di cui Cesare ha parlato qui sul blog, il dibattito sui browser continua. La domanda del giorno è
dovremo abbandonare il supporto di IE5? e la propone Robert Nyman
in Time to scrap IE support, domanda che vorrei girare qui sul blog.

La mia opinione in proposito: IE5 conta una percentuale di utilizzo davvero minima, ma IE5.5 è purtroppo ancora piuttosto diffuso. A parte i problemi di box model di cui soffrono questi due browser, quasi paradossalmente comunque presentano meno bug di IE6, e con il commento condizionale
o il workaround per il box model sistemare la resa di un sito per IE5.x non richiede poi tanto lavoro. Certo è che, di norma, si tratta
di lavoro in più. A parer mio, IE5 si può forse tralasciare, ma è ancora un po’ presto per IE5.5

Le mie domande: sviluppando siti, dovremo abbandonare il supporto di IE5? e di IE5.5? E in caso
negativo: il supporto di IE5.x è incluso nelle specifiche dei vostri progetti o è un extra, che ha
anche un costo aggiuntivo? A voi la parola.

Tags:, , , ,

Categoria: Web Design | Commenta

Commenti per Abbandonare il supporto di IE5?

Guardando le statistiche dei miei siti degli ultimi mesi, IE 5.x raccoglie circa l’1-2% dei visitatori, un po’ troppo poco per continuare a sviluppare per questi due browser. nel frattempo IE7 ha raggiunto quasi il 30%.

# - Postato da Poe 7 marzo 2007 alle 11:11

proprio per una questione di costi aggiuntivi in termini di tempo, li ho abbandonati…
sviluppo su ie6, che automaticamente funziona per ie7, e su firefox, dimenticandomi dei “vecchiotti”

# - Postato da adunger 7 marzo 2007 alle 11:44

La tabella di compatibilità  standard della mia azienda – sulla quale per fortuna ho la possibilità  di intervenire ;) – garantisce il supporto di IE a partire dalla versione 6 ma prevede eventualmente il supporto per la versione 5.5 se richiesto. Di norma comunque sviluppo sempre pensando di dover supportare anche IE 5.5.

In casi del tutto eccezionali ci richiedono il supporto per versioni molto più vecchie (ad esempio per un progetto testiamo anche su IE4)

# - Postato da Fabrizio Calderan 7 marzo 2007 alle 11:47

Se fosse per me io testerei solo con Firefox e Opera. Comunque ho appena installato Internet Explorer 7, come faccio a testare su versioni di Internet Explorer precedenti?

# - Postato da Mattia 7 marzo 2007 alle 11:54

In Italia, in molti uffici, si trovano ancora numerose versioni 5.0 di IE.

Personalmente io ancora sviluppo per IE5.0 senza “costi aggiuntivi”. In particolare mi sono autoimposto anche il corretto funzionamento dei vari script con IE5.0, motivo per cui per ajax e amenità  varie non utilizzo i vari framework in circolazione.

# - Postato da gianluca 7 marzo 2007 alle 12:05

@mattia: su evolt.org dovresti trovare le versioni stand-alone dei vari browser. é un po’ che non controllo però era sempre piuttosto aggiornato.

# - Postato da maurizio 7 marzo 2007 alle 12:10

A quanto detto da Gianluca aggiungo, giusto per tracciare lo scenario di certi ambienti lavorativi, che fino a due anni fa nella maggior parte delle scuole i computer inviati dal ministero per il collegamento alla intranet del ministero stesso montavano Netscape 4….

# - Postato da cesare 7 marzo 2007 alle 13:02

u evolt mi pare non ci sia ancora, però c’é questo:
http://tredosoft.com/Multiple_IE

# - Postato da pastoweb 7 marzo 2007 alle 13:08

Io ho sempre tenuto d’occhio la versione 5 e la 5.5 e non si tratta di costi maggiori si tratta semplicemnete di normalizzare il codice.

Guardate questa demo con IE5, a parte l’effetto Alpha, inesistente fino alla 5.5, é identica alla demo per tutti gli altri browser.

Cosa muove quella piccola demo?
Un framework che sto sviluppando con molta calma ormai da mesi.

Quale approccio al supporto vecchi browser ho utilizzato?
Banale normalizzaione standard del JavaScript 1.5, cosa che nessun’altra libreria fa, ognuna coi propri metodi … che magari già  ci sono e fanno semplicemente parte del JS 1.5 che una volta normalizzato può andare bene teoricamente anche su Explorer 4, la JSL aveva dato ottimi risultati (ma i problmi col try catch ed i workaround erano troppi … quindi si, almeno la 4 l’ho abbandonata).

Vantaggi futuri?
Quando il 5 sarà  lo 0%, come é oggi la 4, toglierò le parti dedicate alla sua normalizzazione e mi ritroverò lo stesso codice di prima semplicemente più leggero per tutti :-)

# - Postato da andr3a 7 marzo 2007 alle 13:36

io uso i condizionali per IE5.0 ma devo dire che di solito inserisco solo pochi valori da sovrascrivere al Css standard. Basta sapere come strutturare i Div principali, quelli interni relativi, qualche overflow:hidden su immagini varie, poi la strutura regge. Al massimo qualche aggiustatina al box model e via. In ogni caso, a parer mio, sapendo a priori come fare il tempo di sviluppo aumenta in modo poco significativo.
Per quanto riguarda Js &Co. uso Js che degradano in modo accessibile. Per cui se lo script non funziona, l’utente di vecchi browser può comunque fruire della versione Plain

# - Postato da Jan 7 marzo 2007 alle 13:38

ops, mi sono accorto di aver parlato solo di JavaScript nel precedente post … beh, cambia poco, IE5 ovviamente lo considero ancora anche per i CSS :D

(anche l’autore del post mi sembra parli di JavaScript … anche perché testare solo a partire da IE6 implica automaticamente il mancato debug di scripting per gli altri inferiori, no?)

P.S. il precedente post forse tra un pò arriva :E

# - Postato da andr3a 7 marzo 2007 alle 13:51

Io sono dell’opinione che prima la gente smette di utilizzare IE 5.x e meglio lavoriamo tutti. Nel mio piccolo cerco di spingere in quella direzione chiedendo sempre un piccolo sovrapprezzo (molto moderato) quando nello sviluppare siti accessibili da “browser vecchi e con diversi errori” (definizione che uso con il cliente), mostrando ovviamente anche le statistiche di accesso a diversi siti per chiarire che tipo e quantità  di clientela parliamo

# - Postato da Riccardo Coletta 7 marzo 2007 alle 13:59

@ adunger
non é vero, controlla questo sito:
cti3breda.it
con explorer tutto bene, con gli altri un obbrobrio..
ovvio che é un caso limite e credo (spero!) che tu agisca diversamente, ma non dare per scontato che un qualcosa funzionante su IE funzioni su browser che rispettano maggiormente gli standard..

# - Postato da lloyd27 7 marzo 2007 alle 14:07

Lo scorso anno mi é capitato di lavorare per una grande azienda e per un importante ente pubblico qui a Torino (evito nomi), ed entrambe facevano usare ai loro dipendenti proprio il 5.5… in un caso siamo riusciti a chiedere che almeno la parte intranet fosse ottimizzata per il 6, grazie al relativo aggiornamento del parco browser.

Quindi non credo che sia già  ora di “spegnere” IE 5.5.

Il motivo principale? credo sia perché IE 6 ha avuto bisogno di una patch un giorno sì e uno no… :) quindi agli occhi degli amministratori di sistema di grandi aziende e simili non deve esattamente far piacere ammettere sulle proprie piattaforme strumenti poco sicuri o instabili (che per loro si traduce in un costo/rischio).

Ma non parlo per esperienza diretta… quindi mi interesserebbe sapere se qualcuno degli altri lettori conferma o é contrario alla mia tesi.

# - Postato da Andrea C 7 marzo 2007 alle 14:31

Sembrerà  un anacronismo, ma secondo me sarebbe meglio se la gente abbandonasse prima IE 6 di IE 5.x. Se uno ci sa fare, sviluppare per IE 5.x non é poi così problematico (tra commenti condizionali, hack di Tantek e vari modi di aggirare il box model errato, si trova sempre una soluzione) e non richiede molto tempo.

Io stesso sviluppo anche per IE 5.0 e 5.5 e l’ultimo browser su cui testo é IE 6.
Come riportato in alcuni commenti, IE 6 é scandaloso a livello sicurezza e ancora peggio a livello di implementazione degli standard. Testando i siti che faccio anche su IE 5.x ho avuto modo di constatare come quel browser si comporti quasi sempre come Firefox in situazioni che IE 6 non riesce proprio a gestire. Ovvio, i limiti di IE 5.x si sentono, ma se c’é un borwser che ha veramente rovinato il web quello é IE 6. Il giorno in cui IE 6 sparirà  dalla faccia della terra, farò una festa! :D

# - Postato da seed_squall_it 7 marzo 2007 alle 15:01

Mi fermo al supporto di IE 5.5

# - Postato da Epper 7 marzo 2007 alle 15:06

Per me ie 5.x é già  dimenticato, già  é un macello tra ie 6, 7 e i mozzilla brothers, e se proprio devo dire la verità  anche Netscape non mi interessa più per ottimizzare…

# - Postato da Laboo 7 marzo 2007 alle 15:20

Io parto da IE 6 ma verifico che sul 5.5 non ci siano “disastri”, nel senso che va bene anche con qualche div un pò fuori posto se i contenuti si possono utilizzare lo stesso e la navigazione non é compromessa. Il 5 non lo considero più.

# - Postato da Giacomo 7 marzo 2007 alle 15:54

Dipende come sempre dal target del sito, ma in genere io controllo anche IE 5.5.

Mi assicuro comunque giusto la leggibilità  e la possibilità  di navigare il sito, se il layout appare modificato solo dal punto di vista grafico non ci perdo più di tanto tempo.. l’importante é che i contenuti siano raggiungibili.

# - Postato da Tom 7 marzo 2007 alle 15:55

Scusate ma IE 5.0 e 5.5 non hanno meno del 0.5% del mercato ciascuno? Perche’ la gente continua a testare per IE 5.x ma non per Opera (0.7%) o Safari (4.7%)???

# - Postato da Diego Virasoro 7 marzo 2007 alle 16:14

Scusami Diego ma chi ha parlato di non testare Opera o Safari?

# - Postato da andr3a 8 marzo 2007 alle 09:01

Dipende da quanti IE x.y arrivano nel sito….
Se sono in numero tale da non più supportarlo, é sufficiente mettere un messaggio del tipo:
“C’é la possibilità  che possiate usufruire correttamente di questo sito a causa del browser obsoleto.
Se possibile, eseguite l’aggiornamento….le cose miglioreranno subito”….

o qualcosa di simile…..

# - Postato da Ratamusa 8 marzo 2007 alle 12:35

Personalmente ritengo che bisogna valutare la fruibilità  con tutti i browser, obsoleti o no. Certo – come dice Tom – se é la resa grafica a non essere perfetta su un 4.0 non vale la pena di spenderci cinque minuti.

Non ricordo se fosse proprio in un corso qui su HTML.it che ho letto una frase che suonava così: “Non si deve scrivere ‘Questo sito é ottimizzato per il browser X’ ma ‘Questo sito é ottimizzato per tutti i browser’”…

@ Ratamusa:
Dipende se puoi fare l’aggiornamento.
Se sei in un PC di casa nessun problema; se sei in un PC aziendale le cose si complicano un po’…

# - Postato da Pierluigi 8 marzo 2007 alle 15:22

“C’é la possibilità  che possiate usufruire correttamente di questo sito a causa del browser obsoleto.
Se possibile, eseguite l’aggiornamento….le cose miglioreranno subito”….

qui c’é scritto (con qui intendo il testo che ho citato) che il sito funziona correttamente grazie al browser obsoleto.

Cmq io testo il mio sito con Opera, FF e Ie fino dalla 3 alla 6…

# - Postato da Simosito 8 marzo 2007 alle 16:18

X Simosito:

Hai ragione…….é saltato un non; riporto il post corretto…..

“…….C’é la possibilità  che non possiate usufruire correttamente di questo sito a causa del browser obsoleto.
Se possibile, eseguite l’aggiornamento….le cose miglioreranno subito”….

Il resto dovrebbe essere a posto…….

X Pierluigi:
questo é anche vero…..
Nel messaggio (“…..aggiornare se possibile…..”) ho previsto questa eventualità ……

Ma é anche vero che il sistemista aziendale, spesso si guarda bene dal fare aggiornamenti se non gli puntano la pistola alla testa….
In molti casi gli aggiornamenti sarebbero a costo zero con contratti ad hoc ma forse, é pretendere troppo cercare di avere in azienda personale competente e sveglio ……

# - Postato da Ratamusa 8 marzo 2007 alle 16:46

No, é assurdo continuare a supportare browser vecchi di anni! IE6 é apparso nel 2001, quindi ha 6 anni! IE5 ne ha ancora di più. Se ci sono amministratori di sistema di grandi aziende che per “paura di eventuali problemi di sicurezza” si limitano a mantenere IE5 invece di installare browser più moderni e assolutamente meno proni a vulnerabilità , bene io credo che questi signori dovrebbero essere licenziati. nel settore IT bisogna continuamente essere al passo con i tempi. per giunta, cambiare browser non costa nulla. Il motivo per cui le percentuali di utilizzo mostrano che c’é gente che ancora utilizza IE5 o IE6 é che gli sviluppatori web si prendono la briga di realizzare codice compatibili con questi browser. E’ giunta l’ora non solo di abbandonare il supporto a IE5 ma di iniziare ad abbandonare il supporto per IE6 nei progetti nuovi. é l’unico modo per forzare il cambiamento verso IE7 o altri browser. Se aspettiamo un cambiamento proattivo da parte degli utenti, ci terremo IE6 nelle statistiche per altri 10 anni.

# - Postato da Matteo 28 novembre 2007 alle 11:09

Io sto realizzando in questo momento dei nuovi siti, non solo non guardo nemmeno IE5, ma faccio lo stesso anche con IE6. Mi sono rotto di sviluppare siti standard e poi metterci il doppio del tempo per sistemare i bug di IE6. E’ giusto che gli utenti imparino ad aggiornare il proprio browser, perché trovo ingiusto che i webmaster debbano impazzire x far visualizzare bene un sito con IE6. Se gli utenti che hanno IE6 continueranno a vedere bene tutti i siti del pianeta, non cambieranno mai il loro browser e anche noi webmaster rimarremo vincolati a quella gente

# - Postato da Valenzetti 10 febbraio 2008 alle 15:22

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>