Un esperimento che sa veramente di futuro, e che non si ferma al miglioramento della viabilità, è quello di Hangzhou City Brain.

A presentare il progetto al World Summit AI 2017 è stato Xian-Sheng Hua, Distinguished Engineer/VP & Deputy MD of AI per Alibaba, che ha spiegato come Alibaba Cloud sia diventato il cuore pulsante di una città che sa tutto dei propri cittadini e dei loro comportamenti.

Uno scenario in grado di ricordare un'opera come "1984", che però serve per comprendere le potenzialità dell'Intelligenza Artificiale applicata alla vita reale. In "1984", però, la situazione non era proprio la stessa: oggi possiamo avvalerci di avanzate tecniche di Deep Learning, di una capacità computazionale nemmeno immaginabile fino a 20 anni fa e di una quantità enorme di dati (Big Data).

I dati vengono raccolti da flussi video, GPS, ogni genere di dispositivo presente in strada e negli edifici. I video, per esempio, vengono riprese da telecamere anche molto datate, che trasmettono flussi a bassissima qualità.

Alibaba è riuscita ad implementare un algoritmo per il riconoscimento degli oggetti anche in condizioni di dettaglio pessimo. Il risultato è impressionate. Come esempio presentato durante il suo talk al World Summit AI, Xian-Sheng ha analizzato il livello di precisione nella previsione degli incidenti stradali, che può generare al massimo il 10% di errori e con un anticipo massimo di 10 minuti.

A leggerlo così, sembra davvero fantascienza. In realtà è il risultato di analisi dettagliatissime sui flussi di pedoni, automobili, camion, biciclette ad ogni incrocio, strada, vialetto o ponte.

Quello degli incidenti stradali è soltanto un esempio con cui dimostrare come una città possa essere totalmente rivoluzionata e divenire più sicura. Ma anche più controllata.

L'esperimento di Hangzhou potrebbe essere esteso ad altre città cinesi nel breve futuro, e a città di Paesi occidentali a seguire.

Per approfondire: World Summit AI

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *