Le grandi software house del settore videoludico realizzano interi motori grafici proprietari oppure sfruttano asset contenuti all'interno di engine disponibili online. Ma per i progetti low-budget, come ad esempio quelli amatoriali, è possibile affidarsi ad alternative libere e aperte. L'articolo di oggi andrà proprio a descrivere alcuni tra i Graphics Tool open source più gettonati dalla community.

Tiled

Partiamo da Tiled, si tratta di un tilemap editor molto popolare utilizzato per assemblare background retro-looking all'interno delle scene del gioco. Tiled può esportare mappe in formato XML, JSON o in comodi flattened image file. Questo Graphics Tool è disponibile per Linux, Windows e MacOS, sarà quindi possibile adattare il tool alle abitudini di lavoro di ogni developer. Una delle feature più interessati di Tiled è la possibilità di definire il posizionamento degli oggetti in modo arbitrario, come ad esempio dei coin o un powerup, nella mappa, basterà infatti caricare nel progetto gli asset che si desiderano per inserirli correttamente nello scenario di gioco.

Piskel

È il turno di Piskel, è un pixel art editor rilasciato sotto licenza Apache 2.0. Viene impiegato durante il "confezionamento" degli ambienti di gioco e dei suoi personaggi che vengono realizzati tramite tecniche di pixel art. Piskel dispone di due feature in particolare che possono fare la differenza per molti team di sviluppo: la prima si chiama Onion skin, con cui è possibile applicare o nascondere un overlay trasparente tra un frame e l'altro, creando l'effetto ottico che genera l'animazione; l'altra è invece il Spritesheet exporting, con cui è possibile esportare le animazioni come se fossero dei file spritesheet, ovvero singoli file d'immagine contenenti tutti i fotogrammi dell'animazione. Questo rende molto più semplice la vita dei developer che possono caricare un animazione semplicemente indicando al gioco un file di immagine.

screenshot_with_browser_ui_generic_800

Unpiskel.py

Terzo ed ultimo tool di oggi è Unpiskel.py.

screenshot-terrain

Spesso durante lo sviluppo può presentarsi la necessità di convertire i file generati da Piskel in file PNG. Unpiskel.py serve proprio a questo, tramite questo comodo script Python è possibile ottenere dei file PNG da poter esportare su altri progetti. Ad esempio, per convertire un file basterà digitare da shell:

python unpiskel.py input.piskel

mentre per convertire un insieme di file:

for f in *.piskel; do python unpiskel.py "$f"; done

Con i file PNG sarà quindi possibile riutilizzare i medesimi asset grafici su altri progetti, magari per realizzare un seguito o uno spinoff, oppure per creare nuove scene con tool diversi da Piskel.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *