Versione customizzata dell’omonimo framework IaaS Open Source, Helion OpenStack 2.0 continua a essere pienamente compatibile l'API OpenStack ufficiale ed è quindi in grado di comunicare con altre istanze OpenStack e di usare i plug-in di terze parti disponibili per la piattaforma.

Di suo, su Helion OpenStack 2.0, HP ci mette la possibilità di aggiornare e installare nuove infrastrutture virtuali senza periodi di downtime, con un sistema di gestione “continuo” delle patch che non richiede neanche di fermare un’applicazione prima dell’aggiornamento.

Una nuova interfaccia per l’amministrazione delle installazioni IaaS consente poi di gestire i messaggi di log in maniera centralizzata, con un monitoraggio “globale” di un intero ambiente Cloud aziendale e una configurazione di rete flessibile.

I progressi su configurazione, sicurezza e scalabilità di Helion OpenStack 2.0 dovrebbero permettere alle aziende che lo adotteranno di implementare la tecnologia OpenStack potendo contare sul supporto di un partner tecnologico end-to-end.

Via | IT Pro Portal

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *