Ma non basta, sarà  infatti possibile avere il pieno controllo dei meta tag "keywords", "description" e "author". Inoltre, gli utilizzatori potranno agire direttamente sul file robots.txt per decidere quali pagine non dovranno essere interessate dall'opera di indicizzazione dei motori di ricerca.

La patch è disponibile per la versione 4.6.2 di Mambo e ha il vantaggio di non richiedere al server alcun lavoro aggiuntivo per quanto riguarda le interrogazioni verso il database, in pratica sarà  possibile ottenere un Mambo più simpatico per i motori senza neanche una query in più e senza che questo upgrade debba pesare in alcun modo sulle risorse disponibili.

Non ci sono però soltanto vantaggi, tenete conto infatti che questo hack è stato creato "artigianalmente", non si tratta quindi di una patch "ufficiale"; l'autore afferma di non aver effettuato dei test completi e, cosa ancora più importante, si tratta di una modifica a carico dei "core-file" di Mambo.

Quindi dopo aver scaricato la patch, è vivamente raccomandato un backup completo della propria installazione e un lungo lavoro di test in locale prima di passare alla fase di produzione.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *