La community di Ubuntu potrebbe rimanere particolarmente delusa da questa decisione, sopratutto in considerazione del fatto che, attualmente, Ubuntu Touch (ovvero la versione mobile con Unity 8) viene già distribuita come stabile su diversi smartphone. Non si capiscono quindi i motivi di tale scelta da parte del team della distribuzione, molto probabilmente gli sviluppatori non reputano ancora veramente pronto Mir per desktop, complice il fatto che nessuna compagnia produttrice di schede video lo supporta attivamente.

Mir non è ufficialmente supportano da Intel, AMD o Nvidia, tantomeno dal team di Mesa. Si tratta dunque di un prodotto interamente realizzato in casa da gruppo di Mark Shuttleworth che per ogni device deve sviluppare dei driver specifici, senza poter usufruire di una community di supporto estesa come quella di Wayland o Xorg.

Unity 8 sarà ovviamente disponibile nei repository per essere testato dagli utenti interessati, cosi come è già possibile anche su Ubuntu 16.04 LTS. Chi volesse utilizzare Unity 8 prima del suo completamento potrà farlo comunque, anche se si tratta di un ambiente grafico in piena fase di sviluppo.

Via Phoronix

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *