Oggi vogliamo parlarvi proprio di un tool simile ovvero PopSQL. Si tratta di un editor di testo che permette di lavorare sullo stesso database MySQL assieme ai propri colleghi in real time, in modo simile a quanto avviene con i documenti su Google Docs per esempio.

PopSQL

Fino a qualche tempo fa mandare per email delle query SQL o incollarle in una chat era un operazione comune, ma oggi si tende sempre di più ad adottare soluzioni come PopSQL che sono decisamente più comode ed immediate.

PopSQL

Tramite PopSQL sarà possibile organizzare il nostro lavoro in varie directory, dalla quale poi poter impostare i dati da gestire e con chi condividere il proprio lavoro. Cosi da tenere sempre in ordine i propri progetti e le modifiche apportare al database SQL. PopSQL può inoltre generare in modo automatico le chart per visualizzare i dati e avere i risultati sempre sott'occhio. Si potrà comunque condividere al volo il proprio lavoro tramite link autogenerati dal programma.

PopSQL supporta inoltre l'autocompletamento del testo sia nelle tabelle che nelle colonne, l'Error highlighting, la ricerca all'interno delle colonne e nelle tabelle, il Table preview, l'SSH tunnel e nelle prossime versioni è in arrivo anche l'integrazione con Slack.

PopSQL è compatibile oltre che con i database MySQL anche con Postgresql, Redshift, Microsoft SQL, Cassandra, MemSQL, BigQuery, SQLite e Presto. Inoltre sarà possibile esportare il proprio lavoro sia in formato CSV che in JSON. Il progetto è completamente multipiattaforma ed è possibile utilizzarlo su Linux, MacOS e Windows.

Via PopSQL

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *