Già da adesso i primi pacchetti di GNOME 3 e di GNOME Shell stanno approdando nei repository principali della distribuzione: molto presto saranno disponibili per un´installazione "stabile", e non solo. Gli sviluppatori di Ubuntu hanno infatti promesso che gli AppIndicator non saranno invasivi nel caso d´uso del desktop GNOME; al contrario di quanto accadeva con le release fino alla 10.10, in cui comunque gli indicatori venivano caricati a prescindere.

Con la nuova fornitura di GNOME sarà incluso un piccolo controllo, infatti, che abiliterà il supporto a AppIndicator solo in presenza di Unity, di cui abbiamo scritto nei giorni scorsi; tutto ciò per la gioia degli utenti GNOME a cui non piacciono le personalizzazioni di Canonical ma voglio una distribuzione più "pulita" per il proprio ambiente desktop preferito.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *