Il 17 e 18 aprile 2009 si è tenuta a San Francisco la prima edizione di GoGaRuCo, una conferenza Ruby che in questi giorni sta facendo molto parlare di sé in virtù di una sessione tenuta da Matt Aimonetti sul tema 'CouchDb e le sue interazioni con Rails'.

L'aspetto che più ha colpito di questa presentazione è stata la scelta di paragonare l'universo dei database all'universo femminile, associando ad ogni DB un particolare esponente della seconda categoria. Tale decisione ha provocato reazioni molto discordanti tra i partecipanti alla sessione e anche tra la maggior parte degli esponenti del mondo Ruby (ne hanno parlato in particolare Josh Susser e Martin Fowler). Il primo, giusto per capirci, afferma senza mezzi termini che questo genere di presentazione (con tanto di immagini di ragazze ammiccanti e pilloline blue in bella mostra) non può essere accettato in un ambito professionale e che se un impiegato di Google, Apple o Microsoft avesse offerto una simile performance in un evento della loro compagnia sarebbe stato licenziato in due secondi.

Dopo aver visto la presentazione non posso che avallare alcune critiche mosse verso lo stile scelto dall'autore. Cià però, a parer mio, non pregiudica la qualità  di quanto illustrato che resta comunque di buon livello. Voi che ne pensate ? Costruire una sessione di presentazione su delle basi come queste può pregiudicarne il risultato?

6 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Vi posto un altro paio di link verso alcune 'esternazioni' interessanti; la prima é di Liz Keogh mentre la seconda é di Matt, l'autore delle slide 'incriminate'.

Sandro
Sandro

Mi sembra un po' eccessivo per una presentazione professionale, non tanto per le allusioni quanto per il fatto che le immagini diventano così forti da offuscare il contenuto. Sicuramente più che offendere può solo far ridere ma credo sia un una trovata poco creativa. Sicuramente siamo molto distanti dalle presentazioni di google (ricordo il fumetto fatto per chrome) o altre aziende che ricercano un modo più informale per le presentazioni.

Mauro Accornero
Mauro Accornero

mah, l'ironia nelle slide é una buona caratteristica, bisogna però che il vezzo della battuta non prevalichi sul vero contenuto... queste slide mi sono sembrate decisamente oltre, troppo insistenti, direi costruite per fare la battuta più che per illustrare il concetto. L'autore ha semplicemente avuto poco gusto su un'idea che poteva anche essere buona... s'é fatto prendere la mano

Christian
Christian

Sicuramente si é fatto molta pubblicità  e molta gente avrà  visto quella presentazione. Secondo me, poteva essere una buona idea ma per il livello della conferenza doveva essere un po' meno volgare (vedi le chiappone all'inizio) magari utilizzando dei disegni invece delle foto.

Mattia
Mattia

Più che altro si può "accusare" l'autore di poca fantasia: ha voluto fare una presentazione ironica nel modo più semplice possibile e si doveva aspettare una divisione netta tra chi l'avrebbe apprezzata e chi no. E' un po' come quando una persona fa una battutina a doppio senso: c'é chi ride di gusto e chi considera l'autore un demente che vede il sesso in tutto (e poi ci sono tutte le vie di mezzo).

Damiano
Damiano

mah secondo me si sta un po' eccedendo col bigottismo io ho visto le slide e non é che fosse roba da thehun.net era tutto abbastanza tranquillo e ironico.

Marco
Marco