A tal proposito, Mitchell Baker ha recentemente parlato di Thunderbird esponendo i problemi che affliggerebbero il progetto.

Alla base della situazione venutasi a creare in questi anni vi sarebbe anche la relazione tra i team di Firefox e Thunderbird, con il sospetto che Mozilla preferisca limitare l'impegno di risorse per l'implementazione del secondo in modo da poterle investire nello sviluppo del suo Web browser.

Capiterebbe anche troppo spesso che il team di Firefox riceva richieste di collaborazione dalla community di Thunderbird per risolvere bug o per apportare modifiche al codice del programma, ciò però distrarrebbe i developer dallo sviluppo di Firefox, incidendo negativamente sul risultato finale delle release del "Panda Rosso".

Baker non avrebbe proposto una vera e propria soluzione al problema, anche perché attualmente non sembrerebbe ci siano state decisioni specifiche di Mozilla in merito. Considerando l'attuale stato delle cose, una completa scissione di Thunderbird da Mozilla potrebbe essere imminente, mettendo fine al supporto che attualmente gli sviluppatori di Firefox operano anche a favore del client mail.

L'ipotesi sarebbe quella di separare l'infrastruttura software, amministrativa e legale di Thunderbird da quella della fondazione, in modo che un futuro sponsor possa valorizzare al meglio il programma rendendolo del tutto indipendente dai piani di Mozilla.

Attualmente non vi sarebbe comunque nulla di concreto, ciò che è certo è che la community di Thunderbird dovrà presto interrogarsi sul proprio futuro.

Via groups.google.com

1 CommentoDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

A parte la quantità di altre imprecisioni nell'articolo, ma provare a cercare Mitchell Baker su Google (e WikiPedia!) per capire chi è prima di scrivere un post?

flod
flod