Ovviamente non si tratta di una versione destinata ad ambienti di produzione: basti pensare al supporto a dir poco incompleto per le librerie grafiche di Cupertino (Cocoa, Quartz), lacuna che per essere colmata avrà  bisogno di un consistente apporto di codice direttamente dalla Mela.

Per chi non ha voglia di fare un salto nel futuro resta ovviamente la JRE proprietaria e closed-source di Apple, che tra qualche mese però cesserà  il proprio ciclo vitale.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *