Nella pagina di download, per uno sviluppo pienamente integrato, è disponibile un pacchetto comprendente JavaFX SDK, NetBeans ed il nuovo composer (sotto forma di plugin per NetBeans). In alternativa, l'SDK standalone oltre alla nuova Production Suite. In ambito mobile, attualmente risulta disponibile solo la precedente versione (1.2) per la piattaforma Windows Mobile.

Per chi ha sviluppato con le versioni precedenti di JavaFX, segnalo anche una migration guide.

3 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

@ynw: gli attacchi sono strumentali e riguardano la conquista di fette di mercato. Anche Apple ha un plugin per QuickTime senza il quale non é possibile visionare siti che contengono file .mov. Google sostiene la presenza e l'aggionamento dei plugin in Chrome, e così anche Mozilla. Nascono anche nuovi plugin: qui puoi controllare quanti di questi ne hai installati, a volte anche senza rendertene conto. I plugin fanno cose che i browser non possono fare, dunque vanno presi come la possibilità  di aggiungere delle funzionalità  al browser, non come qualcosa di malvagio. Ovviamente, nel momento in cui il browser fa delle cose che prima facevano i plugin hai maggiore scelta: il browser, però, nella mia modesta opinione, parte svantaggiato perché é costretto (teoricamente) a rientrare in alcuni parametri condivisi, motivo per cui il plugin farà  sempre cose più "interessanti", a meno che il W3C non cambi totalmente rotta (ma la vedo impossibile, a stento mantiene la sua). :-P Se i giornali online non facessero tanto rumore quando Jobs dice una qualunque cosa, i plugin sarebbero un argomento di nicchia.

Pino
Pino

Dopo i recenti attacchi verso Flash mi chiedo (vi chiedo) quale sarà  il futuro di plugin di questo tipo.

ynw
ynw

Comincia ad interessarmi :-)

Pino
Pino