Qualcuno ha rinfacciato a Jeffrey Zeldman di aver creato negli anni, come leader della comunità  dei supporter degli standard web, una sorta di 'falso idolo' il cui nome è XHTML. Ora che XHTML è morto e sepolto, quanto meno nella sua incarnazione 2.0, quel qualcuno vorrebbe in sostanza che si riconoscesse l'errore.

Zeldman ne approfitta per rendere l'onore delle armi all'HTML con la X: la sua utilità , la sua funzione storica, quella che rimarrà  sta nell'aver aperto la strada ad una nuova mentalità  tra gli sviluppatori, una mentalità  che considerava valori positivi la pulizia del codice, la semantica, il rispetto di regole strette nella scrittura del markup.

E su questo non si può non essere d'accordo. Sono certo che chiunque abbia usato XHTML nei suoi progetti, pur passando ad HTML 5 o tornando come in molti hanno fatto ad HTML 4, terrà  presente la lezione appresa.

24 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

"per scrivere in modo consistente pagine in HTML5 sarà  necessario applicare la pulizia (semantica) di XHTML1.0" Su questo sono d'accordo, ma credo sia piu' una regola in generale che un merito di XHTML. Sul fatto dei compromessi per agevolare i browser non compilanti invece non sono assolutamente d'accordo: la forza sta' in chi scrive il codice non in chi lo legge ... Se Microsoft si accorgera' che i siti con il suo browser non vanno accelerera' l'aggiornamento ma se si continua ad agevolare questo divario non fara' nulla! Sulla chiusura dei tag invece sono contrario a prescindere: e' inutile e rallenta ... IMHO

sLa
sLa

L'uso di XHTML, per quanto relativamente breve, (rispetto ad HTML 3 0 4.01) mi ha sicuramente aiutato a migliorare drasticamente nello sviluppo dei template, per cui porterò sicuramente le metodiche acquisite anche quando verrà  il momento di usare HTML5; ad esempio evitando di usare i tag di presentazione (come <i> o <b> che in questo nuovo linguaggio sopravvivono ancora) o chiudendo esplicitamente gli elementi e soprattutto usando i nuovi tag in modo semanticamente coerente. Inoltre HTML5 rappresenterà  una nuova sfida per gli sviluppatori, soprattutto quando le pagine dovranno offrire delle funzionalità  non supportate da tutti i browser. Quindi, per lungo tempo, non sarà  quasi più possibile prescindere dall'uso pulito dei tags, dall'unobtrusive javascript e da meccanismi di fallback, pena l'impossibilità  di fruire dei contenuti in molti browser (soprattutto IE e temo per molto tempo) in altre parole, per scrivere in modo consistente pagine in HTML5 sarà  necessario applicare la pulizia (semantica) di XHTML1.0 (affatto inutile, anzi...) e un uso moderno/avanzato di javascript. Il tutto a vantaggio della nuova professionalità  che sarà  importante acquisire da parte dei frontend engineers.

Fabrizio Calderan
Fabrizio Calderan

si forse siamo OT, mi piace scriverlo qui perché ricordo dibattiti simili su XHTML 2...
va bene allora continuiamo qui... se noi possiamo commentare di notte, questo post può pure resistere a qualche commento in più... :p stupidaggini a parte... volevo aggiungere solo una mia vecchia cosiderazione... (proprio a dimostrazione che la posizione che tieni ora tu -e tanti altri-, io l'ho tenuta parecchio) mi chiedevo all'epoca... "ma se su una tabella si può fare, perché non si può fare su un altro blocco?" e qui mi cadevano le braccia... poi, vabbuò, ho preso a fare invece di lamentare... però quelle domande le r e p u t o - a n c o r a - v a l i d e, s'intende... ma non c'é nessuno che sappia intervenire per chiarire il perché di certe direzioni di sviluppo su css?

EsseZeta
EsseZeta

L'ho letto pure quell'articolo e credo che le idee dovrebbero tutte collimare: XHTML, ma che avete combinato?

Kiko
Kiko

mi correggo 1 tabella (e lo sai bene anche tu)

Mik
Mik

a monte di tutto ci vuole una testa che ragiona-in-css e non in-posizionamenti-da-grafica-a-stampa… tanto per fare un esempio…
@EsseZeta il fatto é che ragiona come i creatori delle specifiche gli hanno detto di ragionare, e non come gli esseri umani ragionano quando devono posizionare qualsiasi cosa in un qualsiasi spazio bidimensionale. vantaggi? nessuno. svantaggi? immensi. quella soluzione che cercavi la puoi fare tu, io e tantissimi altri in 3 minuti, non ore, giorni, mesi, e non c'é nemmeno bisogno di testarla, funziona ovunque, pure in browser di 14 anni fa, e pure se te la salvi sull'hard disk e la riapri, pure su layout fissi o fluidi. essendo semplice, é facile per i browser interpretarla e a te a crearla. gli hack ci sono non perché ai programmatori di firefox o explorer tira di fare le cose come pare a loro, ma perché deve essere veramente difficilissimo programmare un browser che rispetti le complicate e talvolta contradditorie/incomplete specifiche dei CSS. tornando alla soluzione, bastano 4 tabelle, con le tabelle non si fa? ecco, questo non é sviluppo tecnologico, questa é regresso, impiegare più tempo per ottenere un risultato peggiore. si forse siamo OT, mi piace scriverlo qui perché ricordo dibattiti simili su XHTML 2, poi il comitato centrale ha cambiato idea ed é cominciato il revisionismo storico. io preferisco non infierire e puntare alla prossima perestroika. ho il difetto di non sopportare le regole senza un perché. vabbé chiudo, ciao.

Mik
Mik

Dimmi un solo motivo per cui non ci può essere un equivalente breve in CSS dei 29 caratteri di codice che ho scritto.
eh Mik, io un motivo non te lo so dire... posso solo dirti che ho smesso di cercarlo... per ciò che dicevo sopra... lo strumento css é questo e fa quello... sulla base di ciò lo piego alle mie esigenze... non é sbagliato... in ogni ambito costruttivo si procede confidando sulle qualità /limiti intrinseci della materia utilizzata... (non vorrei esagerare, ma anche Michelangelo, che si sentiva fondamentalmente scultore, quando dipingeva cercava di fare scultura... sono capolavori? va bene... ma le opere veramente r i u s c i t e sono le sue vere sculture...) ma non voglio essere ozioso e pesante... e poi che c'entra... che i css possano essere migliorati hai voglia... sono stradaccordo... però non é tanto la facilità  di ottenere effetti che appartegono ad altri domini quel che migliora i css... a monte di tutto ci vuole una testa che ragiona-in-css e non in-posizionamenti-da-grafica-a-stampa... tanto per fare un esempio... e per gli hack e le differenze di rendering tra browser e simili seccature che fanno perdere tempo... bé... se il progetto é solido e ben congegnato... e adatto a calarsi nella realtà  di una pagina web.. anche i risultati sono solidi e gli hack necessari veramente pochi se non zero... il problema é che vedo tanti bei design che fanno poco pagina web... e così anche tante belle soluzioni che però fanno anch'essi poco pagina web... un esempio: questo ( http://www.webquadro.it/2009/05/div-float-e-altezze-variabili/ ), che tante volte mi sarebbe piaciuto poter realizzare, ormai ho smesso di considerarlo perché... non fa pagina web... e anche se jquery me lo permette non lo cerco più perché le pagine web non le vedo più così... mi sono dilungato... ma é un po' un tentativo di ordinare le idee e naturalmente di cercare confronti... anche se, e me ne scuso, farlo in questo post e mooolto OT... :p

EsseZeta
EsseZeta

Sono perfettamente d'accordo: per me XHTML, e scusatemi il termine, ha sempre significato "merda" (spece il transitional). Ogni volta che "ho potuto" ho scritto in HTM4 rigorosamente strict. Ora sto iniziando a scrivere codice in HTML5 e ne sono felice. Se il codice e' poesia, allora, deve dare emozioni.

sLa
sLa

Ciao Essezeta, usare la forchetta come cucchiaio é molto scomodo e poco funzionale, quidi calza a pennello con i CSS. Dimmi un solo motivo per cui non ci può essere un equivalente breve in CSS dei 29 caratteri di codice che ho scritto. Poi se bastasse dire mantieni la stessa distanza, e invece no, di qua ci metti un margin, di la un float, però attento a non metterci troppo testo, che se no sfora, quindi devi fare così, però attento che quel browser non lo supporta, massi mettici un css-hack. Quanti milioni di ore sono state perse nel mondo in questi anni dietro a queste minuzie? Ore che potevano essere dedicate a questioni più importanti come una grafica più gradevole, un'interfaccia più usabile ecc. Ma non é solo questo, l'HTML ormai é uno dei formati/supporti più usati e letti nel mondo, secondo me é importante che tutti possano gestirlo facilmente.

Mik
Mik

Quindi XHTML sarebbe morto e nessuno me l'ha detto? E io che cacchio sto usando allora in tutti i miei siti da due anni ad oggi, un cadavere? O_O

Delio
Delio