A guardarlo si può dire che il prodotto sembra già pronto per l´immissione in commercio. La user interface è abbastanza semplice, forse un po´ scarna, ma comunque usabile. Probabilmente questa della GUI è l´unico punto di debole se lo si paragona ad un iPad, ma la configurazione hardware vista la numerosità di connettori è di gran lunga superiore a quella di un iPad. Il sistema è anche multitask.

Non ci è dato di prevedere quale sarà il successo dell´iFreeTablet e d´altra parte non ci è possibile prevedere neanche quello dell´iPad. I fatti però dimostrano ancora una volta che con Linux è possibile creare prodotti commerciali, finiti, usabili e completi. Basta crederci.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *