JavaOne: hotswapping senza limiti per la JVM

venerdì 1 ottobre 2010 - 14:04

di Giuseppe de Santis

Tra le novità  più interessanti della recente JavaOne c’è Dynamic Code Evolution VM, una modifica della canonica Java Virtual Machine (HotSpot) che permette di ridefinire classi Java a “runtime” davvero senza limiti: aggiungere o rimuovere campi e metodi, cambiare la superclasse (o l’interfaccia) da cui si eredita, tutto con cali di performance pari a zero.

Dynamic Code Evolution VM, sviluppata dall’università  di Linz con la sponsorizzazione di Oracle e Guidewire, è rilasciata sotto GPL 2.0 e pertanto disponibile sia come codice sorgente che come binari, disponibili per Windows, Mac OS X, Linux tramice un pratico installer che modificherà  l’installazione corrente di Java 6.

Categoria: Java | Commenta

Commento per JavaOne: hotswapping senza limiti per la JVM

Fantastico!
Finalmente java potrà  fare quello che javascript fa da almeno 10 anni.
Veramente impressionante. E con calo di prestazioni pari a zero, anche perché parlare di prestazioni in java é come parlare di correttezza ed onesta dei nostri politici.

# - Postato da lordmax 2 ottobre 2010 alle 12:13

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>