Mu è stato realizzato avvalendosi dei numerosi feedback di insegnanti e, ovviamente, di studenti che negli anni si sono ritrovati a dover spiegare, o imparare, come sviluppare in questo linguaggio. Mu è stato pensato per essere molto semplice e lineare durante il suo utilizzo, "Less is More" è dunque la filosofia predominante del progetto che, infatti, implementa unicamente le feature essenziali unite ad un'interfaccia che non spaventa i beaofiti con mille funzioni.

mu

Mu aiuta lo studente non solo nelle fasi di sviluppo, ma anche durante il testing del codice, inoltre sul sito ufficiale del progetto sono disponibili numerose guide e tutorial dedicati a chi sta studiando la sintassi e i costrutti di Python. Tali lezioni spaziano dal semplice e basilare "hello word" fino alle funzioni più avanzate.

Mu è un tool multipiattaforma ed è disponibile oltre che per le distribuzioni Linux anche per Windows e MacOS. Si trova già nei repository di Ubuntu e Debian ed è possibile installarlo tramite APT:

sudo apt-get install mu-editor

oppure sfruttando il package management system pip:

sudo pip3 install mu-editor

L'installazione tramite APT è consigliata sopratutto a coloro che stanno installando Mu su un Raspberry Pi, infatti Rapsbian sembra presentare alcuni problemi con il pacchetto di Mu che installa pip.

mu

Ovviamente prima di installare Mu è necessario disporre delle librerie Python che devono essere già presenti sul proprio sistema, inoltre nel caso si stesse lavorando su un device MicroPython based sarà necessario concedere al proprio utente i permissions group (dialout e uucp) necessari.

Via Mu

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *