Progressive Web App

Oggi buona parte delle applicazioni che usiamo quotidianamente sono Web App, impiegate direttamente via browser. La applicazioni web sono eseguibili su tutti i device essendo basate su tecnologie standard per Internet, ma non è detto che esse vengano sempre integrate alla perfezione con il sistema dove vengono eseguite.

Le PWA si pongono proprio l'obbiettivo di adattarsi al meglio con le varie piattaforme software, garantendo una user experience quasi identica a quella delle applicazioni native.

Le Progressive Web App di base hanno queste caratteristiche: vengono caricate in modo quasi istantaneo e sono meno soggette alle connessioni instabili, garantiscono buone prestazioni e si integrano con l'interfaccia utente di sistema. Abbiamo parlato di recente delle PWA, ricordando come già da tempo è possibile usufruire senza problemi delle normali applicazioni web sulla piattaforma Chrome OS.

API e JavaScript

Su Chrome 67 sono arrivate le nuove Generic Sensor API, questo set di librerie permette di sfruttare a pieno un vasto ecosistema di sensori che spaziano dal fitness tracking fino alla realtà virtuale.

Gli sviluppatori di Mountain View hanno inoltre implementato il supporto a numeric primitive in JavaScript per rappresentare interi con precisione arbitraria. Questa nuova primitive si chiama BigInt's e consentirà agli sviluppatori di ottenere maggiori performance durante l'elaborazione di calcoli numerici.

DevTools e caricamento delle pagine

Ma le novità per i developer non sono finite qui, i DevTools hanno ricevuto infatti un bel po' di nuovi update. Il pannello Audits è stato notevolmente migliorato grazie a diverse nuove opzioni, ad esempio è arrivato il supporto alle Preload key request. Le richieste di precaricamento possono accelerare il tempo di caricamento della pagina, fornendo suggerimenti al browser per scaricare al più presto le risorse richieste.

Arrivate anche le opzioni che permettono di disabilitare il network e il CPU throttling. Inoltre i developer hanno finalmente implementato il supporto al Copy as fetch e alla pausa della Script Execution, in questo modo sarà possibile prevenire i loop infiniti in cui si può incappare durante le prime fasi di programmazione.

Via developers.google.com

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *