Secondo gli analisti il passaggio non sarebbe dovuto alle pressioni di Microsoft. April McFool, presidente di una delle maggiori agenzie di analisi di Wall Street, ha dichiarato in prima istanza che

I nostri dati indicano che la scelta degli sviluppatori non è in alcun modo dovuta alla questione brevetti sollevata nei mesi scorsi da Redmond.

Nel frattempo possiamo solo sperare che un gruppo di coraggiosi approfitti del tempo restante per effettuare un fork del kernel, anche se sarà difficile che tale operazione possa avere il successo sperato senza l´appoggio finanziario che finora ha sostenuto Linux.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *